Scienza Facile

Blog di curiosità e divulgazione scientifica. Le Scienze Naturali per tutti. – E' un'idea di Stefano Rossignoli – Benvenuti!

Visualizza gli articoli pubblicati sotto novembre 2010

Inizio la rubrica dedicata a personaggi di mia conoscenza con Giacomo Bracchi, una persona da cui ho imparato molto, ma che resta sempre inarrivabile per quanto riguarda la sua capacità di divulgare il pensiero scientifico, la facilità nel farlo e la sua chiarezza.

La realizzazione del calco di un fossile è spesso utile in quanto gli esemplari originali sono in numero esiguo o addirittura unici al mondo quindi, ai fini dell’esposizione, si realizzano copie dell’originale…
Realizzare un calco, in poche parole consiste nell’ottenere un’impronta (detta matrice) in silicone del fossile e della lastra che lo contiene e poi versarci dentro qualcosa che solidifichi come una resina plastica che ne prenda la forma.
Bisognerà quindi costruire intorno al fossile un contenitore in cui versare il silicone liquido in attesa che ‘solidifichi’ diventando gommoso e prenda la forma del fossile.
L’operazione in cui procedere con maggiore attenzione è quella di sigillare il fossile al ripiano inferiore se non vorrò trovarmi il fossile racchiuso in una lastra di silicone…

Davide Bertè 27 novembre 2011 La selce è una roccia formatasi in seguito alla deposizione di silice proveniente da radiolari, diatomee o spugne. Poiché ha tessitura amorfa, ha frattura concoide e non si rompe lungo piani di resistenza preferenziali. La selce e l’ossidiana (una roccia di origine vulcanica) sono state a lungo utilizzate dai nostri […]

Come in ambito paleontologico si classificano le forme viventi in base alla loro morfologia, così in archeologia, pur con le limitazioni del caso, si classificano i manufatti in base alla loro forma e li si pone entro determinati “tipi”. La tipologia litica è la scienza che permette di riconoscere, definire e classificare la diversa varietà di utensili che si rinvengono nei giacimenti (Bordes, 1961).
Il Paleolitico è diviso in: inferiore, medio e superiore.
Il Paleolitico inferiore comincia con i primi semplici strumenti (un tempo detti chopper) risalenti a 2.5 Ma fa e rinvenuti nel sito di Kada Gona in Etiopia. I ritrovamenti a Dmanisi (Georgia) dei resti del cosiddetto Homo georgicus (datato a circa 1.8 Ma fa) ci mostra che la prima uscita dall’Africa avvenne con strumenti olduvaiani. L’Acheuleano (che deve il nome ai ritrovamenti di Mortillet a Saint Acheul nel 1872) vede la bifacciali, hachereaux e bolas. Il sito più antico è Ubeidiya (Israele) datato a 1.4-1.2 Ma.
Nel Mesolitico le industrie litiche sono Sauveterriano e Castelnoviano nel sud e complesso di Beuron-Coincy e di Montbani nel nord.
Con il Neolitico la situazione si fa invece molto complessa,