Scienza Facile

Blog di curiosità e divulgazione scientifica. Le Scienze Naturali per tutti. – E' un'idea di Stefano Rossignoli – Benvenuti!

Visualizza gli articoli in Evoluzione

Per trovare un fossile, bisogna innanzi tutto sapere dove cecare. I luoghi ideali sono quelli dove era possibile la fossilizzazione, cioè dove poteva avvenire il seppellimento e la conservazione del resto.
Allora bisogna cercare nelle rocce sedimentarie, oppure in sedimenti antichi non ancora litificati (cioè non ancora trasformati in roccia). Anche in questo caso però devo precisare che questi sedimenti, o queste rocce devono essersi accumulati e formati in ambienti a bassa energia in cui l’organismo sia stato danneggiato il meno possibile durante il seppellimento, ovvero non sotto ad una grande frana oppure nel letto di un fiume… L’ideale è sempre un bacino di acqua piuttosto profondo (qualche centinaio di metri)e relativamente isolato, in cui si depositano strati di sedimenti molto regolari e laminari… Questi, una volta trasformati in roccia, si apriranno in modo relativamente facile.
E’ in questo tipo di rocce che si va a cercare solitamente, ma le casistiche sono davvero varie ed innumerevoli…

Mi capita molto spesso di chiedere ai ragazzini di 8-10 anni come si formano le montagne e la risposta più frequente è:”Coi terremoti”!
Ebbene, per quanto siano gravi le conseguenze per noi esseri umani durante alcuni terremoti, bisogna precisare che questi sono semplicemente liberazioni di energia dovute ai movimenti della crosta (terrestre o oceanica). Alcuni di questi movimenti possono anche portare all’origine delle montagne (orogenesi), ma i terremoti sono solo una conseguenza e non una causa di tali movimenti.

Preso spunto da Jurassic Park 1, la storia della zanzara che punge un dinosauro, si conserva nell’ambra e ne viene estratto il sangue contenente Dna di Dinosauro… E’ possibile o è fantascienza?

L’arca di Noè? Un’impresa impossibile per un uomo ed anche per la più grande industria sulla Terra. L’arca di Noè è la terra stessa. Solo il nostro pianeta con i suoi ecosistemi è in grado di mantenere in vita le proprie specie viventi.