In questo video, un piccolo elenco e qualche esempio delle tracce fossili più comuni.

Una precisazione riguardo una parte del video:

spesso Fugichnia ed Equilibrichnia sono ricondotte al medesimo significato ma, se associate alla situazione sedimentologica, la faccenda si fa più interessante.

In caso di ingenti depositi di tempesta sopra livelli depositati lentamente e regolarmente, le tracce degli organismi fossori (ovvero che vivono infossati nel sedimento) che vanno verso l’alto sono più caotiche e disordinate (Fugichnia) che non in eventi sedimentari veloci e repentini ma più limitati come apporto e più regolari in cui gli organismi lasciano tracce (Equilibrichnia) di spostamento verso l’alto (magari non verticalmente), alcune stasi nel livello dell’organismo all’interno del sedimento e poi nuovamente verso l’alto…

Per chiarire ulteriormente la differenza tra Fugichnia ed Equilibrichnia potreste leggere questa pubblicazione del 2007 da cui ho preso qualche info (per non fare fatica, pag 50-51 ma è tutto molto interessante).

Sono interessanti alcune applicazioni della Paleoicnologia nel campo di ricerca petrolifero …non me ne intendo e per ora resto sempre dell’idea che bisognerebbe limitare il consumo delle risorse più che arrivare a grattare il fondo del barile.
E’ anche vero che la ricerca geologica sopravvive per una buona parte ed è incentivata grazie ai grandi finanziamenti per la ricerca di petrolio, gas naturale e, seppur in minima parte, anche fonti geotermiche…

Belle immagini su: http://www.paleoantropo.net/paleogenerale/icnofossili.htm